Forze dell'Ordine Italiane... parliamone

Le Forze dell'Ordine Italiane Polizia & Carabinieri: un Forum dove si esprimono opinioni personali e dove si possono raccontare fatti realmente accaduti che ci hanno fatto piacere o che ci hanno fatto arrabbiare relativi agli Agenti delle Forze Armate


You are not connected. Please login or register

PD - Gli sequestrano il Furgone perche` accompagna la Figlia a Scuola... imprenditore messo in Ginocchio da Vigili Zelanti

View previous topic View next topic Go down  Message [Page 1 of 1]


L'artigiano aveva accompagnato la figlia all'asilo, i vigili hanno
sequestrato il mezzo: «Così mettono in ginocchio una famiglia»



QUESTO ARTICOLO E` APPARSO SUL GAZZETTINO.IT IL 31 MARZO 2012
" http://gazzettino.it/articolo.php?id=188299&sez=NORDEST "




PADOVA - Accompagna alla scuola materna la figlioletta ma, facendola salire sul furgone, commette un'infrazione stradale che gli costa 80 euro di multa e il blocco del furgone con il quale lavora. È successo a Dario Ferro, artigiano idraulico di 31 anni che l'altra mattina ha deciso di accompagnare personalmente la sua piccola all'asilo.

La polizia municipale ha fatto bene o è stata troppo zelante? Vota il sondaggio di Gazzettino.it

«Ho commesso una violazione, lo ammetto, ho caricato mia figlia sul furgone che uso per lavorare e la legge non lo permette - racconta Ferro -; la bimba era nel suo seggiolino e con le cinture di sicurezza ma i vigili non hanno voluto sentire ragioni, mi hanno tacciato di padre irresponsabile. Io non contesto la multa, non farò mai più salire la bambina sul furgone ma il blocco del mezzo mi impedisce di lavorare. Come farò a mantenere la mia famiglia? È arrivata anche mia moglie in bicicletta mentre discutevo con i vigili che mi hanno fatto notare che se la bimba fosse stata sulla bicicletta sarebbe stata in regola. Mi chiedo se una bici con due persone sfiorata dalle auto sia più sicura del furgone».

Oltre alla multa l'artigiano si è visto ritirare il libretto del furgone che dovrà sostare nel suo giardino per un massimo di sei mesi. «Da ieri mi arrangio con l'auto, carico i pochi attrezzi che ci stanno e cerco di non perdere i clienti, ma è difficile. Non posso portare con me il materiale che mi serve, spiego l'accaduto ai clienti che, anche se mi danno la loro solidarietà, giustamente pretendono che il lavoro per il quale mi hanno chiamato venga svolto - continua Ferro -. Invece se capita che manca qualcosa devo tornare a casa a prenderlo e i lavori si allungano. Qualcuno rinuncia, non posso resistere sei mesi, ho aperto la mia attività poco più di un anno fa perché ero senza lavoro, ora rischio di perderlo nuovamente e di non poter provvedere alla mia famiglia».

Il trentunenne spiega di aver impegnato tutto nella decisione di mettersi in proprio, anche contro il parere di amici e conoscenti che, considerata la crisi, gli consigliavano di desistere. «Lo scorso anno ho lavorato pagando più tasse di quanto ho guadagnato, mia moglie ha un lavoretto a termine ma ce l'abbiamo fatta - dice Ferro rammaricato -. Ho tenuto duro, ora il lavoro cominciava ad esserci, inizio ad avere un discreto giro di clienti che mi permettono con fatica di tirare avanti. Sono disperato senza furgone e con tutte le tasse da pagare non ce la faccio. Mi sento come se fossi accusato di un delitto gravissimo. Io sono pronto a pagare la multa, ma non toglietemi il furgone. È come se mi ammazzaste, è essenziale per il mio lavoro e per mantenere la mia famiglia».

L'uomo racconta che ieri mattina ha cercato lumi in prefettura ma gli hanno detto di rivolgersi alla motorizzazione: è improbabile ma forse lì avrebbe potuto riavere i documenti del suo furgone. «Spero ci sia qualcuno in grado di darmi un consiglio su come comportarmi - chiude -, spero che questa infrazione non capiti a nessun altro. E poi dicono che aiutano i giovani. Senza furgone sono senza risorse, mi resta la volontà ma sembra serva a poco».



~~~ ~~~ ~~~ ~~~ ~~~


SALVE A TUTTI

Qui i problemi sono 2:

- il primo problema e` la presenza di una legge che non sembra avere un senso logico: se una persona ha un solo mezzo in casa e lo inizia ad usare come mezzo di lavoro, non ci puo` piu` far salire la Figlia perche` e` contro la legge... MA PERCHE`?

Che problema arreca alla sicurezza il fatto che la Bambina salga su un mezzo aziendale anziche` uno privato quando chi di dovere ha regolarmente provveduto a metterle il seggiolone ed allacciarle le cinture?

- il secondo problema e` forse piu` grave ed e` il fatto che i Vigili siano totalmente intransigenti con persone indifese e si nascondano solo dietro alla stupidaggine dell'"Omissione d'atti d'ufficio" che e` una scusa assurda visto che nessuno recriminerebbe al Vigile il fatto di non applicare una legge senza senso... anzi verrebbero definiti piu` umani.

INVECE NO, i Vigili si comportano come COmputer, agiscono senza pensare, e si nascondono come i militari di Hitler si nascosero dietro la scusa che "sono ordini" ed applicano un genocidio.

Qui e` la stessa cosa: invece che elevare la contravvenzione, se i Vigili si comportassero da esseri umani, si affaccierebbero al finestrino e direbbero al Guidatore:
"Guardi che lei potrebbe essere multato perche` ai sensi della legge, lei non puo` portare nel furgone aziendale sua figlia"

Ma questo e` un sogno, siccome non gli conviene, non lo fanno, le Multe generano introiti per il Comune, e con essi sono pagati i loro stipendi, mentre l agente che ha bisogno di guadagnarsi uno stipendio con il sudore della propria fronte, si trova ad essere ostacolata da questi personaggi che applicano Leggi fatte Ad Hoc per generare quanti piu` introiti possibili...


E POI SI LAMENTANO CHE LA GENTE NON HA FIDUCIA NELLE FORZE DELL'ORDINE

View user profile http://fdoitaliane.forumotion.net

View previous topic View next topic Back to top  Message [Page 1 of 1]

Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum