Forze dell'Ordine Italiane... parliamone

Le Forze dell'Ordine Italiane Polizia & Carabinieri: un Forum dove si esprimono opinioni personali e dove si possono raccontare fatti realmente accaduti che ci hanno fatto piacere o che ci hanno fatto arrabbiare relativi agli Agenti delle Forze Armate


You are not connected. Please login or register

un po' di FATTI & PROPOSTE giusto per dare qualche Idea

View previous topic View next topic Go down  Message [Page 1 of 1]

FATTO
La maggior parte dei limiti di velocita` Italiani vennero stabiliti verso la fine degli anni 50...
Negli anni 70, mediamente le automobili impiegavano 93 metri per fermarsi da 100Km/h a 0.
Attualmente, nel 2009 le Automobili moderne impiegano mediamente 37 metri per fermarsi da 100Km/h a 0.

Nel 1998 vennero introdotti dei Crash Test obbligatori per tutti i Veicoli, poi nel 2002 la metodologie di tali Test venne resa piu` rigida aumentando la velocita` di impatto da 50Km/h a 64Km/h per obbligare i costruttori a rendere le Automobili piu` sicure...
Nel 2000 in commercio erano presenti solo 2 automobili che avevano ottenuto il massimo punteggio di 5 stelle sulla sicurezza, mediamente le Auto in produzione in quell'anno prendevano 3 stelle e mezza.
Attualmente nel 2009 in commercio non ci sono Automobili con meno di 3 stelle, la media attuale di sicurezza si attesta sulle 4 stelle e mezza.

PROPOSTA
Noi vorremmo che lo Stato mettesse dei Periti, possibilmente di eta` giovane compresa tra i 25 ed i 30 anni di eta` con buona conoscienza delle Automobili, a rivedere tutti i limiti di Velocita` presenti nelle strade Italiane tenendo presente le capacita` dei nuovi veicoli che divengono ogni giorno piu` efficienti anche in condizioni di emergenza.

---

FATTO
Quasi tutti i produttori di Automobili producono anche componenti da vendere successivamente all'acquisto dell'Auto per incrementare le prestazioni o per cambiare l'aspetto del veicolo, tali componenti sono per lo piu` illegali in Italia e la loro installazione causa l'automatico annullamento della garanzia.
In quasi tutti i paesi del mondo, le modifiche ottenibili dalla casa Automobilistica stessa sono approvate e non provocano la revoca della garanzia.
In paesi come America, Giappone e Germania, sono permessi tutti i tipi di modifiche, sia quelli offerti dai costruttori che da case esterne le quali devono pero` superare dovuti test di omologazione al fine di evitare l'annullamento della garanzia.

PROPOSTA
il governo deve modificare le leggi vigenti ed aggiornarle con leggi piu` moderne che permettano il Tuning, in quanto tale pratica nasconde in se un ampio mercato formato da appassionati di elaborazioni e tantissimi produttori, anche italiani, che potrebbero creare un ampio giro economico di vendite che gioverebbe pure alle casse dello stato attraverso l'IVA e renderebbe piu` contenti molti appassionati guidatori.

---

FATTO
in Italia l'alta velocita` e` un privilegio per persone ricche, per gli altri e` proibito.
In Italia non sono presenti ne luoghi ne momenti in cui poter correre, salvo i pochi Autodromi presenti che richiedono somme di denaro estremamente elevate per poter accetere per qualche ora al tracciato, rendendo di fatto la pista un luogo riservato solo a persone molto abbienti e costringendo i poveri appassionati di corse ad arrangiarsi a correre sulle strade infrangendo le leggi
In Germania, come anche in America, l'accesso alle Piste e` libero, per accedere alla pista del vecchio Nurburgring, che e` lunga 27Km, si inserisce in una machinetta una banconota da 10 Euro e si alza la sbarra che da accesso alla Pista per farsi 1 singolo giro.
Negli Stati Uniti, con 50 Dollari si puo` passare una intera giornata (dalle 9 del mattino alle 6 della sera) in Pista a correre con la propria Auto o con la propria Moto,e per chi volesse andare in giornate organizzate da club, con un centinaio di Dollari si riescono pure a fare corsi di guida.
Tutto cio e` garantito dal fatto che sia in germania che in America, quando si accede alle Piste si accetta una deroga verso cui il gestore delal Pista non e` responsabile per l'incolumita` dei piloti, tuttavia, garantisce la presenza di appropriate vie di fuga e barriere protettive che garantiscano alti livelli di sicurezza.
In Giappone ci sono delle strade che in determinati giorni della settimana vengono chiuse al normale traffico per permettere agli appassionati di percorrerle senza limiti.

PROPOSTA
In Italia lo stato dovrebbe garantire l'accesso agli Autodromi ad un prezzo politico basso (come i 50 Dollari Americani per 1 giornata) almeno 1 giorno la settimana.
Anche se non sono presenti i leoni della CEA, e` sempre meglio che un'Auto lanciata ad alta velocita` faccia un incidente in pista rotolando su ampie vie di fuga e sbattendo contro barriere morbide piuttosto che in strada dove, non solo il conducente ha piu` porbabilita` di rimanere ferito magari andando contro un albero o un altro ostacolo, ma potrebbebbe facilmente coinvolgere passanti o altri veicoli che non dovrebbero essere coinvolti negli errori di un appassionato costretto a correre per strada causa la mancanza di luoghi dedicati alle corse a lui accessibili.

View user profile http://fdoitaliane.forumotion.net

View previous topic View next topic Back to top  Message [Page 1 of 1]

Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum